Eventi speciali

11/10/2006 - Questa notizia è stata letta 194 volte.

Stagione delle Arti Teatrali Autunno 2006

Dieci stagioni per un inebriante girotondo delle Muse, una mitologia antica che oggi assume il valore di una circolare contaminazione tra le arti; cinque anni per un progetto di bellezza e per un ideale artistico e culturale che non finisce di entusiasmarci. Era il settembre del 2001, quando il Cinema Teatro, ristrutturato e restaurato, venne recuperato, dopo lunghi anni, dalla decadenza e dall’oblio. Da allora questo luogo ha saputo farsi portatore di un magnifico e coraggioso paradosso: affermare il valore della bellezza in un’epoca che ne ha smarrito il senso.

Il ‘progetto di bellezza’ intreccia musica, danza e cinema, il ciclo di eventi della Biennale dell’immagine con varie manifestazioni come il Festival Internazionale del Teatro, come Transit Festival di arte e musica elettronica; e con altre iniziative di associazioni quali Musica nel Mendrisiotto e Arte & Musica sul Lario.

Dieci eventi (in abbonamento) dell’arte della rappresentazione e del movimento, cui se ne aggiungono altri tre (fuori abbonamento) e un ciclo di otto film, riaffermano il valore di una ricerca fondata sulla drammaturgia e sulla parola, sul lavoro dell’attore e del regista, sulla ricerca musicale e coreografica, per scorgere il mattino del pensiero e dell’immaginario.

Come sempre guardiamo con interesse alle migliori espressioni creative, in ogni ambito disciplinare, espresse da giovani talenti emergenti: come l’italiano Francesco Saponaro, giovane regista che si cimenta con due atti unici di Cechov; e come l’iraniano Amir Reza Koohestani, che con il suo Mehr Theatrical Group saprà affascinare il pubblico con una dolente vicenda di emigrazione dall’Iran verso l’Europa.

Un attraversamento della Modernità, con una preziosa rassegna di drammaturgie di Marivaux, Cechov, Pirandello e Maraini, autori portati in scena da Toni Servillo, Lamberto Puggelli, dal citatoSaponaro, e da quello straordinario personaggio che è Paolo Villaggio, costituisce la traccia principale della stagione teatrale.

Mentre un ciclo di emozionanti concerti caratterizzerà la rassegna musicale: da Mauro Pagani, ex PFM, collaboratore di Fabrizio De André, con il quale ha composto l’intramontabile Creuza de Ma, oggi tra i migliori talenti dell’area mediterranea; agli scatenati virtuosi di Triology, che s’avventurano in un repertorio classico tanto insolito quanto innovativo. Seguirà un omaggio al grande ‘Mimmo’ Modugno (per festeggiare i cento anni di Merlot in Ticino), realizzato da una band di otto fuoriclasse, devoti del grande maestro pugliese; fino all’incandescente finale con Noa, interprete israeliana di origini yemenite, magica voce, leggiadra e dolente, che, tra pop, folk e soul, evoca le canzoni della sua straziata terra. Una rivelazione sarà, senza dubbio, la giovane interprete vallesana Laurence Revey, che, nell’insolita cornice della Chiesa di San Vitale, proporrà un repertorio ispirato ai canti sacri e alle salmodie di origine cattolica.

Due momenti di danza contemporanea: una coreografia di Jordi Cortés Molina, che giunge al nostro Teatro dopo avere collezionato prestigiosi premi e riconoscimenti; e il ritorno della Compagnia di Philippe Saire, che festeggia i venti anni della formazione, con una nuovissima creazione. E infine il cinema: dove sarà protagonista assoluto il grande e già citato Villaggio, al quale è dedicato un ciclo di sette film scelti in collaborazione con il critico Tatti Sanguineti, e una selezione di imperdibili show televisivi degli esordi. Non mancherà, come sempre, il cinema ritrovato, con musiche dal vivo, con il capolavoro di Murnau, Tabù, film del 1931.

Biglietti:

Primi posti Fr. 30.— €20.– Fr. 25.— €17.– tariffa ridotta
Secondi posti Fr. 25.— €17.– Fr. 20.— €14.– tariffa ridotta
ChiassocinemaFr. 12.— €0 8.– Fr. 10.— €0 7.– tariffa ridotta

Tariffa ridotta: studenti, apprendisti, Avs, Ai,AssociazioneAmici del CinemaTeatro,Tessera di soggiorno ETMC, Membri Cdt Club Card Corriere del Ticino.Tariffe speciali per gruppi di minimo 10 persone.

La cassa del Cinema Teatro sarà aperta al pubblico per informazioni, prenotazioni, acquisto biglietti e abbonamenti dal mercoledì al sabato dalle ore 17.00 alle 19.30.

Questo servizio è anche disponibile telefonicamente negli stessi orari: 0041 91 695 09 16.

Per ulteriori informazioni:
Ufficio Cultura, via Dante Alighieri 3b, CH 6830 Chiasso

telefono 004191 695 09 14, fax 004191 695 09 18 e-mail cultura@chiasso.ch  www.chiasso.ch

Altri Articoli